Emozioni in gioco

felicita

Vuoi ridurre paura, rabbia, ansia semplicemente giocando come facevi da bambino?
Spiegato l’incredibile meccanismo che utilizzano tutti i bambini per essere liberi da limiti e vivere con gioia e entusiasmo ogni momento, anche il più difficile.
Vuoi davvero superare gli ostacoli fisici e mentali che la vita inevitabilmente ti mette davanti?
allora questo messaggio sarà il più importante che tu abbia mai letto.

emozione-gioco

Ciao sono la Dott.ssa Catia Giaganelli e ho scoperto come ci si può liberare di limiti anche fisici e paure profonde in maniera non solo divertente ma anche facile come solo un gioco da bambini può essere.
Dopo tanti anni di studi, dopo essermi laureata in psicologia, dopo avere seguito molti corsi tenuti dai numeri uno della crescita personale finalmente ho trovato un modo semplice e divertente per superare i limiti mentali che ci impediscono di vivere felici, senza farmaci, senza lunghi colloqui motivazionali, senza sedute chilometriche e snervanti.
Prima di proseguire però permettimi di raccontarti la mia esperienza, e di dirti come sono riuscita a liberarmi dalle costrizioni fisiche e mentali che mi impedivano di essere felice.
Ero una bambina quando, per un serio problema di salute, sono stata costretta a portare busti e tutori ortopedici, mentre gli altri bambini correvano e saltavano io mi sentivo in gabbia limitata da quelle costrizioni fisiche che, per il mio bene futuro, mi venivano imposte.
L’amore e il coraggio dei miei genitori sono riusciti sempre a farmi sentire comunque libera, libera di essere una bambina come tutte le altre. Da loro ho ereditato il coraggio di non arrendermi mai e quel coraggio rendeva inesistenti quelle costrizioni ortopediche e mi consentiva di volare in alto e arrivare fin dove tutti i bambini riescono ad arrivare.
La mia infanzia è trascorsa giocosamente e serenamente e a 16 anni la mia tenacia e il mio coraggio mi hanno portato a vincere la sfida più grande della mia vita: abbandonare i tutori ortopedici e vivere la mia libertà.
Ricordo ancora oggi la gioia di quel momento, l’enorme felicità mia e dei miei genitori, io Catia ce l’avevo fatta nonostante tutto e contro il sapiente parere di tutti i medici che non sapevano far altro che dirmi che avrei passato la mia vita in sedia a rotelle. Questo era il loro verdetto e la loro soluzione.
Ero riuscita con tenacia, forza, determinazione a riscrivere giorno dopo giorno ogni capitolo della storia della mia vita e soprattutto avevo cambiato il finale che altri avevano pensato di poter scrivere per me.

Come avevo fatto?

Dove avevo trovato la forza di non arrendermi, come avevo fatto a conservare intatta la certezza che avevo fin da bambina che quella condizione di svantaggio e costrizione non sarebbe durata per sempre?
Avevo dimostrato nei fatti che le mie convinzioni erano più forti e più vere delle peggiori diagnosi ma neppure io ero immune dai condizionamenti e dai pensieri negativi che piano piano avevano contaminato la mia mente e rubato i miei sorrisi.
A 23 anni d’improvviso mi sono sentita inadeguata e ingabbiata non più protetta e vulnerabile. Sentivo che il mondo era complicato e non riuscivo più a affermare la mia positività.
I miei talenti erano scomparsi e anche io mi stavo preparando a vivere la vita che Catia Bambina non avrebbe mai voluto vivere.
Stavolta era la mia mente a ostacolarmi, il mio atteggiamento mentale mi stava costringendo e limitando confusa da false credenze.

Com’era possibile che succedesse proprio a me?

Perchè stava succedendo proprio a me?

Perchè Catia non era più Catia?

Non c’era più traccia di quella bambina felice e determinata che affrontava tutto con il sorriso, dov’era finita quella bambina che aveva così tanta gioia e voglia di vivere? Era lei che viveva in carrozzina, era lei che era spesso ospedalizzata eppure era lei sempre positiva e capace di affrontare tutte le sfide come se fossero giochi che prima o poi si possono vincere. Di lei avevo perso traccia.
Ero triste, spenta, senza motivazione, confusa, impaurita, ogni ostacolo anche il più piccolo mi appariva insormontabile.
Era rimasta in me però la parte bambina capace di superare gli ostacoli con il sorriso, il coraggio di Catia non era andato del tutto perduto e su quello Catia sentiva di poter contare Armata di solo quel coraggio ho cominciato a cercare dentro di me soluzioni che potessero farmi ritrovare Catia Bambina e alla fine, attraverso il gioco terapeutico, l’ho ritrovata e insieme a lei ho ritrovato la voglia di vivere, la positività e la capacità di superare le avversità.
Da allora la mia nuova sfida è stata quella di creare un percorso alla portata di tutti che sveli le strategie che io stessa ho usato e che ancora oggi uso, che mi permettono di vivere felicemente grazie alla riscoperta dei talenti e dei doni interiori della Catia bambina.
Ma quale è questa strategia? Le paure e i traumi sono ricordi della mente ma in realtà hanno origine nelle emozioni.
Agendo in maniera giocosa sulle emozioni si possono sciogliere i blocchi fisici e mentali come neve al sole.
Se anche tu vuoi liberarti delle costrizioni…

EMOZIONI IN GIOCO
è l’unico percorso emozionale ed esperenziale che può farti
riscoprire tramite il gioco il bambino che è dentro di te

Da 4 anni decine di miei clienti lo frequentano con successo e ritrovano maggiore fiducia in se stessi, più entusiasmo e gioia di vivere e maggiori strategie per superare gli ostacoli fisici e mentali.

Emozione in Gioco è un percorso della durata di un giorno durante il quale
scoprirai come…

spunta-rossa

.
.
riconoscere le tue vere potenzialità

spunta-rossa

.
.
superare le tue paure, le tue costrizioni, i tuoi limiti fisici o mentali

spunta-rossa

.
.
sviluppare più fiducia in te stesso nelle tue vere capacità

spunta-rossa

.
.
trovare il coraggio e l’entusiasmo per affrontare nuove sfide
TUTTO QUESTO tramite il divertimento, la leggerezza e la positività del GIOCO. Perchè il gioco? Perchè è il primo modo con il quale il bambino conosce il mondo intorno a sè e con il quale crea strategie di sopravvivenza con il quale vince.

Quanto dura Emozione in Gioco?

Ha la durata di un’intera giornata.

Ma quanto costa Emozione in Gioco?

Proprio perché voglio mostrare al maggior numero di persone possibili l’efficacia di Emozione in Gioco ho deciso di riservarti un prezzo di favore che sia facilmente accessibile.
Normalmente il costo di questo percorso è di €137
ma se lo ordini entro il 21 giugno potrai prenotare il tuo posto in sala per soli €87.
Se pensi al costo di una sola singola consulenza di psicologia o psicoterapia ti renderai subito conto che è un’offerta che merita la tua attenzione.

Ma non finisce qui l’offerta è coperta da garanzia 100% di soddisfazione o rimborso:

se dopo aver partecipato alla prima parte del corso non sarai soddisfatto potrai chiedere il rimborso ti basterà richiederlo durante la pausa pranzo e ti restituirò l’intero prezzo del corso senza fare domande senza alcun problema.
Se ordinerai oggi stesso per te ci sarà un bonus che non puoi lasciarti sfuggire una chiacchierata via skype insieme a me della durata di 30 minuti durante i quali metterò a tua completa disposizione la mia professionalità e la mia esperienza.
Il percorso Emozioni in gioco si svolgerà nel mio studio i posti sono limitati perchè voglio essere certa di potere occuparmi efficacemente di ciascuno dei partecipanti, per questo motivo soltanto 14 saranno le persone che potranno partecipare.
ORDINA ADESSO per riprendere in mano la tua vita e superare gli ostacoli fisici e emotivi che ti impediscono di vivere serenamente.
Puoi decidere ora se continuare a farti condizionare dai pensieri negativi e dall’idea di insuccesso oppure iscriverti al corso tornare bambino e riacquistare gioia e spensieratezza.

Ordina ora prima che qualche distrazione e qualche pensiero pessimista ti faccia perdere questa incredibile opportunità.




*se prenoti adesso riceverai un’ulteriore risorsa aggiunta che ti permetterà di approfondire meglio il tema di questo corso.

Commenti chiusi